wordpress visitors

Figure senz’alcuna connessione
rinchiuse in una gabbia cerebrale.
Unità di precaria informazione
in fuga dall’orizzonte degli eventi.
Come la nube d’un gas ideale
– urti di particelle indipendenti

che intrecciano una rete casuale –
un tumulto di squarci di memoria,
fluttuanti in un mare temporale,
dettagli risonanti d’una storia
tradotti in immutabile ossessione.