wordpress visitors

A strofinarsi corrono ovattati,
saluti miagolando in lingua oscura,
occhi di bragia al trapestio dei passi,
al cigolante ferro di chiusura.
Ahi, se lo sanno, i gatti della sera,
progenie eterna degli ultimi diletti,

gatti-a-gallo

che incarnano gli affetti trapassati,
la sfinge dell’essenza che s’incerta,
e fiduciosi sgusciano tra i sassi,
lo sguardo confidente di chi spera,
ai solitari un fondo di bacetti,
un’eccedenza in generosa offerta!

Annunci