wordpress visitors

Del cardo che s’avvinse sul mio petto
parve l’abbraccio senza conseguenza:
non segna la mia pelle alcuna traccia,
nessuna spina infissa in superficie,
spuntata dalle crepe d’un muretto.
Così, per più di mille volte stretto
il tuo timore tenni tra le braccia,

Cardo

e non mi resta, infatti, cicatrice,
nessuna lancia conficcata in petto.
Però del cardo è accorta la violenza,
s’infigge la ferita traditrice,
s’appiglia, ma trafigge sottotraccia,
ed è perciò che inganna l’apparenza.