wordpress visitors

a Gabriele e a Emma

Parigi, ci lasciammo un fiore,
e non sai dove. Quest’anno c’è
di nuovo che a Pasqua ci ritorno
e lo sorprendo nel germoglio,
nell’amarezza del sapore.
A fine marzo, adesso, è in boccio
appena schiuso, si fa festa,
l’ora che aspettavi è questa!

Chagall, ‘Paysage Bleu’

Però non resta che sognarti,
e i sogni fanno scherzi strani,
è inutile – lo so – telefonarti,
i sogni ingannano noi umani.
Ti scrivo, quindi, e al tuo stupore
penso, disciolto nell’abbraccio
del boccio che a Parigi è in fiore.