wordpress visitors

Qui s’ode un grido, un richiamo,
verso le tracce dell’ultimo bivacco,
ma non c’è replica che fiati altra
da quella frantumata nelle voci
dell’abisso, la sillaba specchiata,
filtrata tra gli echi dei costoni,
che spezza lo strapiombo nell’altezza

322168_2135073628471_896546_o

d’una vetta martoriata dalle croci.
Qui l’ora è tarda, il buio s’avvicina,
e non c’è diverso grido sulla cima
che la resa della preda, convulsa
negli artigli d’un rapace, la voce
che ancora erompe dal silenzio,
la memoria rimessa al suo destino.

Annunci