wordpress visitors

È tutto in questa stanza.
La luce che non riluce,
il tuono che non tuona,
la pioggia che non piove.
Non senti ciò che senti,
senti quello che non senti.
La parola che non parla,
il suono che non risuona,
la voce che non ha voce,

il silenzio che non tace.
Le radici sul selciato
della stanza del rumore,
dove tutto è prosciugato,
dove tutto è già bagnato
dalla pioggia del dolore,
che s’infigge ortogonale,
dove detto tutto è stato
ed attende concordanza.

Annunci