wordpress visitors

Lenisce l’acqua il vespertino affanno,
Quasi di nebulose spume una carezza.
Qui pulsa lento il volgere del tempo,
Se alle sue cure s’affida il pellegrino,
Come d’un fiume al grigio divenire.

al fiume

Qui batte adagio i suoi rintocchi l’onda
Ed asseconda il viaggio alla vaghezza
In questa ora addormentata e assorta,
E molle l’anima blandisce il suo fluire.

Annunci