wordpress visitors

Di recente Francesca Cenerelli ha reso pubblico un nostro scambio epistolare sul tema della poesia. Per questa ragione, le righe che seguono sono dedicate a lei.


a Francesca Cenerelli
Mi chiedi il come e il dove, difficile questione.
M’avanza, sai, come per tanti, retaggio da poeta,
e poche rime offerte a un professore apologeta,
persosi altrove. Morto lui, fu pure morta la ragione.
Sicché deduco – e il sommo storicista ne fu vate –

che la futura vita è indubbio da stolido cantore
dei crochi intorpiditi che gemmano al biancore
della neve, un albero reciso, un altro in fiore,
dei silenzi, dei tormenti, delle parole misurate,
visto che le parole sacre s’annidano nel cuore.

Annunci