wordpress visitors

Signore che ascolti senza orecchie
Signore che tocchi senza mani
Signore che guardi e abbracci tutti
Senza occhi senza braccia
Signore che possiedi senza possedere
Signore che guarisci senza guarire
Signore che sai senza sapere
Signore che perdoni senza perdonare,
Dovremmo dunque sognarti?
In ogni illusa parola di preghiera
Signore dei vivi e dei santi

47552_1491190252320_202450_n

Signore senza voce senza emozioni,
Nei nostri silenzi nei nostri sogni
Dovremmo dunque sperare
D’incontrarti a ogni remoto sasso,
A una lapide appassita alla memoria,
Ogni giorno, Signore delle illusioni,
Signore dei morti che non stanno
Nel tuo regno in nessun dove,
E solo vivono nel nostro dolore vivo?
Signore, dovremmo dunque pregarti?