wordpress visitors

I luoghi in cui sei stata
hanno il silenzio dei fiori,
protesi al vano anelito di te,
che fosti musa di marine.
Tu giaci pietra ora, Mnemosìne,

Mnemosyne - Dante Gabriel Rossetti

e abbandonasti i figli come steli
alle tracce confuse del sentiero,
alle mie braccia illuse. Ignara
d’ogni mestizia accesa, d’ogni
vaghezza umana smemorata.