wordpress visitors

a Guido C.
Ci fu l’ultimo canto, prima che cadesse
il gelo, e fu il tuffo della breccia gettata
alla marina, il grido del falco innamorato
alla sassaia, il garofano avvinto alla sua ripa.
Non ebbe conoscenza, nel lasciare, che si spense,
in quel teatro, l’ultima voce all’ultima tragedia.
Non vi sarebbe stata, mai più, altra mimesi.

right angle

Ne fu l’ignaro spettatore. Poi scese la quiete
alle rovine, e fu silenzio la sua nenia, il freddo
il suo tepore, piume d’acqua furono le spine
attorno al cuore. Però, se pensa alle stagioni
in quella scena, balenano movenze pantomime,
e vaghe sfuggono parole a quelle pietre.