wordpress visitors
Anima mia, perdona, se senza gronda
d’acqua dirotta s’infradicia l'abbraccio,
ma sai, l’incanto è se in ocra si disfano
le foglie, e a varco s’apre il fremito
del bosco, e lesta si scioglie in bruma
la caligine. Se alita pollini una bava.
Ricordi? Era di maggio dove a un tratto
ON THIS SIDEs’addormenta la penombra e la pietraia
già s’arruffa di gariga. V’immaginammo
il nostro affanno al principiar dell’erta.
O costa antica, di rusco fatto gelsomino,
croco, assenzio e argento in mille pose,
e’ stato indarno scaldarsi alla tua roccia
se s’intride di gelo il tuo granito adesso.