wordpress visitors
                         a N.H.

Münevver, oggi ho paura,
Perché a Varna profumo d'anice
un gioco l'esistenza non è stata,
e l'ho presa sul serio
sbattuto contro il muro
ove mi spensero il sorgere del sole.
Münevver, la mia ferita duole,
già che bello quanto fosse il mare
non te l'ho mai raccontato,
ed è il tuo odore
il balsamo dei tigli, a Sofia,
è l'odore dell'Anatolia.
Münevver, oggi piove
come il giorno del mio funerale,
e questo temporale
che spenge l'afa di Varsavia
infradicia le foglie nel mio cuore,
le foglie d'ippocastani.
La foto è tratta da http://www.sfonditalia.it/PoesieHikmet.htm