wordpress visitors

Uhm, oggi un argomento sgradevole. Le zecche. Ma a chi non è capitato almeno una volta di avere questo problema? Ecco, vi darò un suggerimento che non troverete da nessuna parte. E’ stato sperimentato su più persone, me incluso, e funziona, senza rischi. Quando le zecche si attaccano alla pelle, la prima reazione è quella di strapparle via come viene viene. Sbagliato. Bisogna farlo bene afferrando la testa della zecca con un paio di pinzette, ed indi estrarre la bestiola con delicatezza. E’ un’operazione che richiede molta attenzione, perché essa cerca di opporsi avvinghiandosi più tenacemente alla cute. Va quindi tolta tirando verso l’alto senza schiacciarla. Altrimenti, il suo rostro resta attaccato alla pelle ed il sangue già succhiato rimane in loco, col rischio di infezioni. E allora, che fare? Ecco il suggerimento. Il congelamento. Il ghiaccio spray. Ecco perché è bene averne sempre un flacone con sé, quando si prevede che ci sia il rischio! Bisogna irrorare la zona proprio come si fa per le contusioni. Il risultato è che la zecca muore congelata, ed è molto più facile estrarla per intero, perché non oppone più resistenza. Dopo aver verificato che effettivamente non sono rimasti residui, disinfettate per prudenza. Fatto. Ma con questo non voglio augurarvi di rimanere vittime di un attacco di zecche, se sarete ansiosi di provare…

P.S.: Un aggiornamento. Per le formiche, non so che fare.