wordpress visitors

Eccoci invitti pellegrini
alla sosta d’un viaggio
noi persone del passato.
Qui dove tutto è calma
anche fermo è nell’aria
il dardo esatto quasi di sasso,
e implacabili rincorrono echi
le nostre strade d’arenaria.
Ecco, abbiamo avuto di averci
ma dopo essersi perduti
non si sa se varrà a ritrovarsi
il preludio dell’inappartenenza.
E’ quasi l’ora del viatico,
qui dove è di sasso finanche
quello che della nostra linfa
ancora scorre disciolto
nella silice delle sequoie.